Welcome! - Bem-vindo! - Bienvenido! -

Video Recenti:

E la religione, a cosa serve?

ASCOLTA L’AUDIO DI QUESTO ARTICOLO

È molto comune, nelle differenti culture, trovare un marcato interesse nelle persone nell’etichettarsi con una religione. In America Latina, per esempio, dove il cattolicesimo è la religione predominante, vediamo che la gente esprime concetti come: “SONO CATTOLICO PERCHÈ LA MIA FAMIGLIA È CATTOLICA “, una cosa come una fede acquisita per tradizione e non come risultato di una conoscenza appresa e compresa.

Allo stesso modo, quando diamo un’occhiata nelle tende del protestantesimo, ci scontriamo con le maniere caute e conservatrici di donne che rifuggono da qualunque affacciarsi di vanità femminile.

Nel caso dei credo orientali come l’Islam o il Buddismo ed il Giudaismo stesso, il concetto è ancora più rigoroso e severo poichè loro mostrano la loro religiosità ricorrendo a pratiche ultraconservatrici, come la loro maniera di vestire, l’uso della barba e la proibizione di certi alimenti.

E la domanda che ci nasce è: E tutta questa cosa della religione, a cosa serve?

Osservando gli individui che praticano queste credenze, non troviamo nessun beneficio che possiamo qualificare come un valore aggiunto a detta credenza. Al contrario, nel caso delle religioni orientali vediamo quanto è difficile essere donna in quei paesi che abbracciano questi credo, per non parlare neanche della povertà che affligge molte nazioni con questo tipo di fede e senza menzionare gli odi e la violenza che alimentano le fazioni dell’Islam, le quali sono promotrici del terrorismo mondiale.

Se analizziamo un cattolico, un protestante, un buddista o un mussulmano possiamo vedere che, in qualche momento della sua vita, si ammalerà e morirà. Inoltre, tutti questi individui sono vittime delle loro debolezze a prescindere dalla fede che professano, per questa ragione, sono suscettibili all’ira, all’odio, alla paura, alle passioni vili, ecc.

Allora torniamo a domandarci: E la religione a cosa serve?

La risposta è molto semplice: non serve a niente, posto che la religione, si chiami come si chiami, è una maniera nella quale l’uomo cerca di comprendere e spiegare Dio.

La cosa piú logica, sensata e coerente, è che sia Dio stesso ad esprimere il Suo pensiero e dare a conoscere quali sono le regole del gioco. Per questo è arrivato Cristo: il suo nome è Lisbet, la Sposa del Dio onnipotente il cui nome è Melquisedec. Tenga presente il fatto che Cristo è una donna.

Per conoscere piú a fondo questo importantissimo tema, la invitiamo a visitare il nostro sito ufficiale RediSalem.com