Welcome! - Bem-vindo! - Bienvenido! -

Video Recenti:

La venuta di Cristo, un evento da chiarire

ASCOLTA L’AUDIO DI QUESTO ARTICOLO

 

Il Cristo del Secolo I ha proclamato: Giovanni 16:25 Queste cose vi ho detto in allegorie; l’ora viene quando già non vi parlerò per allegorie, ma chiaramente vi parlerò del Padre.

Generalmente, quando si menziona il tema della venuta di Cristo, si pensa in due apparizioni: la prima è incorniciata nei fatti raccolti da autori come Matteo, Marco, Luca e Giovanni, inoltre il mondo cristiano aspetta una seconda manifestazione di Cristo, annunciata nei libri che hanno scritto alcuni dei suoi seguaci, come Pietro, Giacomo, Giovanni e Paolo.

Per evitare pasticci, confusioni e addirittura delusioni come quelle che sta sperimentando il sistema religioso cristiano, dobbiamo guardare con una seria analisi alcuni aspetti che sottoponiamo alla sua considerazione.

La venuta di Cristo è stata un evento che i profeti hanno annunciato e che Cristo, nella sua prima apparizione, è venuto a confermare. Ma il punto che deve essere chiarito è: Cos’ha proclamato e per quale tempo di compimento lo ha dichiarato?

La base centrale della sua promessa nel secolo I è stata la Vita Eterna per il credente.

Solo osservando che, nel corso della storia, coloro che hanno creduto in quella manifestazione del Cristo hanno continuato a morire, ci rendiamo conto che, nella sua prima venuta, Cristo ha annunciato e dichiarato una cosa che non si è compiuta in quei giorni.

Nei suoi giorni, il Cristo della Palestina del Secolo I, ha lasciato plàsmati nelle parabole i codici che oggi sarebbero serviti per identificare Cristo nella sua Seconda Venuta, perchè il Cristo li avrebbe spiegati e li avrebbe portati all’azione.

Salmi 78:2 (Salmi 77:2 versione Gerusalemme)

In parabole aprirò la mia bocca: parlerò degli enigmi dell’antichità

Matteo 13:34-35

34 Tutto questo disse Gesù alla gente in parabole, e non parlava loro se non in parabole:

35 Perchè si compisse ciò che è stato detto dal profeta, che disse: Aprirò in parabole la mia bocca; proclamerò le cose nascoste fin dalla fondazione del mondo.

È per questo che porre le aspettative nel Cristo del primo secolo significa perdere il tempo poichè la sua missione, in quel momento storico, è stata proclamare; ma se un credente vuole sperimentare l’efficacia del suo messaggio, è ora con Cristo Lisbet perchè Lei è il compimento di quanto proclamato poichè ha mostrato chiaramente chi è il Padre Melquisedec.

1 Corinzi 4:5 Così che, non giudicate niente prima del tempo, fino a che venga il Signore, il quale chiarirà anche l’occulto delle tenebre.

Cristo Lisbet sta dando compimento a tutto quello che hanno scritto i profeti e a tutto ciò che è stato proclamato da Lei stessa duemila anni fa.