Welcome! - Bem-vindo! - Bienvenido! -

Video Recenti:

L’immortalità: un evento totalmente possibile

ASCOLTA L’AUDIO DI QUESTO ARTICOLO

 CristoÈUnaDonna.com I Sala Stampa I TV in diretta I Radio in diretta

 

Quando si menziona l’immortalità, il nostro pensiero va alla fantascienza poichè la religione si è incaricata di darle l’ immagine di qualcosa di intangibile e irraggiungibile.

Esiste il concetto della vita dopo la morte, al quale la religione ha dato il suo contributo contaminante nel descriverci un fatto non comprovabile, argomentando che quando la gente muore, la sua anima trascende ad un altro piano completamente impercettibile per l’essere umano e aggiungendo idee tali come il cielo, che è il posto dove vanno i buoni, e l’inferno, per i cattivi come un luogo di eterno dolore e sofferenza.

Quello che deve richiamare l’attenzione di un pensiero analitico e riflessivo è che nè il cielo, o paradiso, nè l’inferno sono luoghi di comprovata esistenza mentre abbiamo irrefutabili prove che i leaders religiosi hanno usato questi concetti come speculazioni per riempire di paure, far sentire minacciati gli incauti e guadagnare illecitamente ogni tipo di favori di ordine economico, politico, personale, ecc.

Le scuole religiose hanno esposto per secoli che l’immortalità è una condizione che si ottiene dopo essere morti fisicamente, dicendo anche che la risurrezione è un fenomeno mediante il quale un cadavere si alza dalla tomba.

Alcune scuole di interpretazione, che aspettano Cristo venire dalle nubi, affermano che, con la sua venuta, i sepolcri si apriranno ed i morti ne usciranno vivi.

La prima cosa che dobbiamo avere chiara è che Dio non verrà volando dalle nubi: è già in mezzo a noi ed il suo nome è Lisbet. Cristo è una donna, la Sposa dell’onnipotente Dio il cui nome è Melquisedec. Lei è qui con noi per darci l’immortalità.

Oggi possiamo assicurare che l’immortalità è un evento totalmente attuabile. La chiave di tutto è avere chiari i seguenti elementi:

Il concetto risurrezione è stato malinterpretato poichè la vera risurrezione si è eseguita prima in Lei, ma non è stato necessario che il suo alito di vita umana cessasse. È successo che, stando Lei in un corpo mortale, ha ricevuto l’immortalità, cosa che la costituisce come la primizia della risurrezione. È per questo che chiunque crede in Lei ottiene prima la risurrezione e poi, come risultato di udire e credere nella sua predicazione del vangelo eterno, il credente riceve lo Spirito Santo, un pezzo fondamentale per l’immortalità poichè l’essere umano nasce senza spirito: questa è la ragione per la quale tutti gli esseri umani, anche se sono religiosi, alla fine muoiono.

Ma adesso Cristo è risuscitato dai morti ed è stato fatto primizia di coloro che hanno dormito. 1 Corinzi 15:20.

Cristo Lisbet è colei che porta la vita eterna. 1 Corinzi 15:20.

L’immortalità è un processo progressivo che inizia con la risurrezione e si va consolidando gradualmente con la vivificazione organica dell’individuo, a causa della parola che esce dalla bocca di Cristo Lisbet, la quale irrobustisce lo spirito portandovi fino a arrivare alla statura dell’uomo perfetto.

Stimato lettore, la invitiamo ad approfondire queste preziose veritá esposte unicamente dalla Luce del Mondo, Cristo Lisbet, la quale mediante la Sua parola sta portando a luce la vita e l’immortalità in tutti coloro che la ascoltano e credono in Lei. Ci visiti nel nostro sito ufficiale RediSalem.com

 

Si iscriva!