Welcome! - Bem-vindo! - Bienvenido! -

Video Recenti:

La risurrezione di Cristo nel secolo I, una dicerìa che è stata convertita in dogma di fede

ASCOLTA L’AUDIO DI QUESTO ARTICOLO

 

Oggi, grazie all’opera ed alla predicazione di Cristo Lisbet, abbiamo chiarito molti temi che, purtroppo, la religione ha convertito in dogmi di fede.

Prima di continuare, vediamo qual’è il significato di due concetti:

Dogma: Punto principale di una religione, dottrina o pensiero che si ritiene certo e sicuro e non può essere posto in dubbio.

Dicerìa: Commento o notizia non verificata che corre tra la gente.

Il cristianesimo religioso è piagato da dicerìe. Esaminiamone alcune, prima di entrare nel tema della risurrezione:

Il Concepimento e la Nascita Verginale del Cristo nel secolo I.

Per più di venti secoli è stato detto che Cristo è stato concepito per opera e grazia dello Spirito Santo. Di tale evento non esiste la benchè minima prova che appoggi questa affermazione. Questa è una delle tante dicerìe che è arrivata ad essere un dogma di fede.

Inoltre, si assicura che Maria era vergine prima di partorire Cristo e che ha continuato ad esserlo dopo avere dato a luce. Un altra dicerìa fatta dogma.

Si è anche detto che Maria, la madre del Cristo nazareno, sia salita al cielo in corpo ed anima. Questa dicerìa è stata convertita in dogma dal Papa Pio XII.

In sè, sono molte le dicerìe che hanno accompagnato il cristianesimo dalla sua tappa primitiva fino ai nostri giorni e tutte hanno una visione ed un proposito di carattere mistico: l’obiettivo di presentare un Cristo con azioni ed esperienze soprannaturali è che il mondo lo percepisca come un essere fantastico e che, attraverso tutte queste irrealtà, possa essere venerato e seguito da tutti.

Cristo Lisbet ci ha permesso di avere una percezione dei temi spirituali in un’ottica  completamente a piano terra, senza fantasie, nè misticismi.

Rispetto al tema della morte e risurrezione di Cristo dobbiamo avere chiaro cosa significa la morte per Dio, così potremo chiarire facilmente cos’è la risurrezione.

Un principio basico e fondamentale insegnato da CristoLisbet è che gli esseri umani nascono senza spirito: questo determina che sono morti.

(Giovanni 6:63):

63 Lo spirito è ciò che dà la vita, la carne non serve a niente; le parole che io vi ho dette sono spirito e sono vita.

La vita entra negli umani attraverso lo spirito che CristoLisbet pone in loro mediante la sua predicazione del Vangelo Eterno.

(Efesini 1:13):

13 In lui anche voi, avendo udito la parola di verità, il vangelo della vostra salvezza, e avendo creduto in esso, siete stati suggellati con lo Spirito Santo della promessa,

(Giovanni 7:37-39):

37 Nell’ultimo e grande giorno della festa, Gesù si pose in piedi ed alzò la voce, dicendo: Se qualcuno ha sete, venga da me e beva.

38 Colui che crede in me, come dice la Scrittura, dal suo interiore correranno fiumi di acqua viva.

39 Questo disse dello Spirito che avrebbero ricevuto coloro che avessero creduto in lui: infatti ancora non era venuto lo Spirito Santo perchè Gesù non era stato ancora glorificato.

Avendo già chiaro il concetto di morte nella prospettiva biblica, possiamo comprendere  in cosa consiste la risurrezione:

(Efesini 5:14):

14 perchè la luce rende tutto visibile. Per questo si dice:

«Svegliati, tu che dormi;

    alzati dai morti,

    e Cristo ti darà luce».

La risurrezione è un evento che si compie a livello della mente quando l’individuo fa un cambio e rinnova il suo intendimento udendo ed accettando la proposta ideologica di CristoLisbet. Come conseguenza, in una maniera graduale il corpo va sperimentando la vivificazione organica.

 (Romani 12:2):

2 Non vi conformate a questo secolo, ma trasformatevi per mezzo della rinnovazione del vostro intendimento, perchè comproviate quale sia la buona volontà di Dio, gradevole e perfetta.

Per questo è tanto importante udire CristoLisbet, poichè Lei è lo Spirito Santo che è venuta a portare la luce e la verità distruggendo quelle dicerìe che si sono convertite in verità assolute, ma che sono farse storiche. E qui di seguito un esempio:

(Matteo 27:50-53):

50 Poi Gesù tornò a gridare e consegnò il suo spirito. 51 In quel momento, la tenda del santuario del tempio si è stracciato in due, dall’alto al basso. La terra ha tremato, le rocce si divisero in due, 52 e le tombe si aprirono. I corpi di molti uomini e donne giusti che erano morti risuscitarono. 53 Uscirono dal cimitero dopo la risurrezione di Gesù, entrarono nella santa città di Gerusalemme e apparirono a molta gente.

Questo è un passaggio che ci porta a questionarci sulla risurrezione nel secolo I: queste persone, che si suppone siano risuscitate, sarebbero la prova più grande che realmente la risurrezione è un evento nel quale un cadavere torna alla vita dopo avere giaciuto in una fredda tomba. Loro sarebbero stati i portabandiera della predicazione poichè la loro testimonianza sarebbe imbattibile e, oltretutto, loro dovrebbero stare con noi oggi, quale evidenza irrefutabile di tanto meraviglioso evento.

Non continui a credere in dicerìe che sono state dogmatizzate con l’uso e la ripetizione, assenti da ogni rivelazione e riflessione.